Il sale della democrazia

Sabato 19 gennaio, ho assistito all’inaugurazione di un circolo del PD da parte di Pierluigi Bersani.

Credo che sia inutile sottolineare il momento storico, la campagna elettorale che entra nel vivo di un’elezione che, probabilmente, è la più importante dal 1994 ad oggi. Eppure, da sostenitore del PD, non riesco ad ingoiare il rospo.

La giornata, per Bersani, doveva cominciare con l’inaugurazione del circolo, continuare con una conferenza stampa di apertura della campagna elettorale assieme ad Ambrosoli, il candidato Presidente di Regione in Lombardia e proseguire verso altre tappe ed incontri con elettori e stampa.

Frequentando il circolo in questione, nei giorni precedenti la visita del segretario, ho sentito un grande
entusiasmo che mi aveva anche contagiato. L’idea (perlomeno per come l’avevo capita e percepita) era avere Bersani, anche se per pochi minuti a stretto contatto con gli iscritti e con i militanti. Eppure, la sera prima della sua visita, qualche sospetto cominciava a sorgere.

Per capire, serve una breve digressione sul circolo in questione: si tratta di uno spazio all’angolo tra due strade, probabilmente un ex negozio con 3 vetrate che credo fossero le vecchie vetrine. Ecco, queste vetrine dovevano essere coperte con delle immagini della campagna elettorale del PD opache. Solo l’insistenza di alcuni di noi ha permesso che almeno una vetrina venisse lasciata libera per permettere a chi non fosse riuscito ad entrare di vedere l’interno e poter sentire il discorso del segretario attraverso un altoparlante sistemato fuori dal circolo.

Al mattino, i giornalisti hanno cominciato ad ammassarsi fuori dal circolo assieme a tante persone che speravano di poter parlare con il segretario o, almeno, stringergli la mano. Invece, al suo arrivo, è stato ovviamente assediato dai giornalisti. Ha giustamente concesso una veloce intervista, per poi avviarsi verso il circolo da inaugurare.
Svolta la brevissima cerimonia, con tanto di taglio del nastro e tutte cose, si è avviato all’interno. E qui, la mia grande delusione. All’interno del circolo, han fatto entrare i giornalisti. Bersani ha ripetuto i suoi cavalli di battaglia di questa campagna elettorale, con la richiesta del voto utile a battere la destra ad uso e consumo delle telecamere, ha abbracciato Ambrosoli che, a sorpresa, è arrivato e, assieme a lui, si è avviato alla conferenza stampa di presentazione, rigorosamente a porte chiuse per la stampa.

La mia domanda è questa: ma non sarebbe stato meglio dedicare pochi minuti per fare un discorso ai soli militanti del circolo? Magari in streaming sulla TV del PD, rilasciando il filmato per gli altri mezzi di informazione, se proprio era fondamentale documentare cosa Bersani diceva alla sua gente.
Che bisogno c’era di fare uno spettacolino per le telecamere se poi, per giunta, nessuna delle dichiarazioni di Bersani all’interno del circolo è stata usata per i servizi giornalistici?
Qui, credo, non si è ancora capito che questo è il modo migliore per alienarsi quell’enorme consenso costruito sull’onda delle primarie per la scelta del Premier e dei Parlamentari.

Non sarà stato certo questo a far perdere tanti voti, ma quanti ne avrebbe fatti guadagnare lasciare fuori i giornalisti per passare pochi minuti con i propri elettori? Quanto entusiasmo avrebbe dato agli attivisti della campagna (che ricordiamolo, giustamente non vedono il becco di un quattrino per promuovere il Partito Democratico) poter sentire “in esclusiva” il segretario che li incitava e li ringraziava?
Sono convinto che Bersani sia una persona che tiene alla militanza e che, semplicemente, non ha avuto la prontezza di spirito per rimandare i giornalisti alla conferenza stampa, ma spero che nelle prossime settimane si faccia un po’ più di attenzione a questi dettagli.

D’altronde, l’eccellenza sta proprio in questo, no?Image.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...