Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo – un gioco

La scorsa settimana, leggevo un post di un politico che si intitolava “cambiare le cose, cambiandole”. Parlava del referendum propositivo in Valle d’Aosta che bocciava il pirogassificatore (un impianto per lo smaltimento dei rifiuti), vinto dal comitato promotore, nonostante l’Unione Valdotaine (storico partito valdostano che governa più o meno da sempre la regione) fosse contraria.

Ecco, da allora rifletto sul significato di quella frase e mi è venuta in mente anche quella di Gandhi: “sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”.

A questo punto, la riflessione si fa più stringente. Cosa significa? Come è possibile? Cosa posso cambiare da solo in questo mondo? Nulla è stata la prima risposta. In prima istanza tutto ci pare troppo, troppo complesso, troppo laborioso, troppo distante, troppo vicino, troppo rischioso. E forse ci pare che il cambiamento che vogliamo vedere avvenire nel mondo sia, in fondo, l’ennesima utopia.

Poi, però, ho riflettuto ancora. Alcuni mesi fa, ho deciso che avrei smesso di fumare e ho capito che questo cambiamento, apparentemente improvviso e inaspettato da molti, in realtà è stato il frutto di piccole modifiche nei miei comportamenti, di piccoli pensieri che si sono sedimentati nel profondo del mio cervello e che improvvisamente sono emersi in tutta la loro evidenza. E la prima domanda ha finalmente avuto una risposta. Essere il cambiamento vuol dire volere un risultato. Non importa se ci vorranno minuti, ore, giorni, settimane, mesi, anni. Se si è il cambiamento, questo poi arriva.

Qualche mese fa, poi, ho deciso anche un po’ per gioco, di provare a trovare almeno un aspetto positivo in tutto ciò che mi circondava. Ammetto che in prima battuta non è facile. E’ molto difficile trovare il buono in molte cose, ma forse proprio per questo è un esercizio interessante. E questo gioco mi ha portato a tante riflessioni sul mondo che ci circonda, sulla percezione che i media danno del mondo e di come, in realtà, dovremmo riscoprire il piacere di una risata che seppellirà tutti.

Per questo chiedo anche a voi di provare. Provate, in ogni disavventura quotidiana, a trovare almeno un aspetto positivo. Se poi riuscite anche a trovare un insegnamento, sarebbe anche il massimo.

Annunci

2 pensieri su “Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo – un gioco

  1. Silvia

    Bello l’esercizio, bello il pensiero di cercare il buono e anche, appunto, il bello nelle cose, persone, accadimenti.
    Però poi ad un certo punto il singolo non ce la fa più ad essere cambiamento, servono leggi, misure, provvedimenti da parte della politica, che è lì apposta anche per interpretare il buono che arriva dalla società civile.
    Poi sono d’accordo nel dire che la polemica spesso sterile e lamentosa non serve a niente.
    Qui però siamo in una situazione in cui non basta più il piccolo gesto. La crisi è troppa e troppo sistemica per poter ripartire solo dalle azioni del singolo.
    Forse però non ho capito niente di che obiettivo ha la ricerca del buono di cui parli.

    Rispondi
    1. giaimeddu Autore articolo

      Silvia, grazie per l’intervento.

      Certo che il singolo da solo può poco. Ma al momento io credo che ci sia un profondo bisogno di ricostruire il senso di comunità che ci dovrebbe unire. Già la divisione tra politica e società civile è un po’ forzata. Le due aree si dovrebbero compenetrare, non sono perfettamente sovrapposte, ma non sono antitetiche.
      Sul senso del gioco, non intendo certo dire che tutto va bene e che niente deve cambiare. Cerco solo di stimolare un piccolo cambiamento di prospettiva. Se nel grigiore che ci circonda individuiamo un barlume di speranza, sarà poi più facile lavorare per far sparire il grigio e il brutto.
      Certo non da soli. Ma un viaggio di 1.000.000 di miglia comincia sempre dal primo passo. E il prossimo sarà cercare persone con cui condividere la ricerca del buono e del bello.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...